Filtri per acque ad usi sanitario alimentari, e non.

Tutti gli apparecchi destinati ad utilizzi anche per acque ad usi sanitario alimentari sono realizzati in materiali atossici, idonei per acque potabili.

Nel settore civile-domestico solitamente sono costruiti con la tazza trasparente, per permettere il controllo dell'elemento filtrante (cartucce, candele,…), e disporne l'eventuale sua pulizia o sostituzione.

Le cartucce filtranti di tali tipologie di apparecchi, per la rimozione di sabbia e particelle sospese nell'acqua, sono disponibili in varie composizioni: in filo avvolto di polipropilene (in genere confuso con la corda), in rete di nylon lavabile, in acciaio inox, …;

con vari gradi di filtrazione: in genere da 1 a 50 micron ma possono spingersi oltre…;

e con svariate modalità di funzionamento.

Vi sono filtri:

Manuali ove la pulizia avviene smontando, ripulendo, rimontando l'elemento filtrante;

Automatici o semiautomatici autopulenti che, in pratica, sono provvisti di un sistema di autopulizia dell'elemento filtrante e le impurità rimosse sono convogliate allo scarico. Anche tali filtri sono soggetti alla manutenzione manuale che, però, in tal caso si può definire straordinaria perché il grosso del lavoro lo svolgono in automatico od in semiautomatico, senza necessità di continui smontaggi e rimontaggi delle parti da pulire.

Scendendo nel particolare vi sono:

Filtri Dissabbiatori a Cartucce Filtranti, realizzati per filtrare portate d'acqua medio-alte; dotati di un elemento filtrante plurimo, cioè costituito da più cartucce filtranti;

Filtri Dissabbiatori a Candela (per la verità non così più frequenti);

Filtri Dissabbiatori a Cestello, realizzati per filtrare portate d'acqua medio-alte (piscine, industrie ecc.), sono dotati di un filtro costituito da un cestello in rete in acciaio inox;

Filtri Chiarificatori, atti alla rimozione di sostanze solide presenti nell'acqua in forma dispersa (acqua torbida): la filtrazione avviene attraverso un letto filtrante costituito da vari strati di quarzite selezionata di tipo sferoidale, a granulometria differenziata, ed antracite come coadiuvante di filtrazione;

Filtri Deferrizzatori, grado di trattare acque contenenti ferro e manganese: agiscono tramite un letto filtrante costituito da una speciale massa catalitica (MG) in grado di ossidare e filtrare il ferro ed il manganese disciolti nell'acqua.

Filtri a Carbone Attivo, che agiscono fisicamente (filtrazione meccanica), chimicamente (ossido-riduzione), chimico-fisicamente (adsorbimento): l'elemento filtrante è costituito da uno strato di carbone attivo supportato da uno strato di quarzite selezionata di tipo sferoidale.

………..