Curriculum della ditta Lenzi Michele

La ditta Lenzi Michele apre nel 1984 a Milano come Centro di Assistenza Tecnica per Apparecchi e Impianti di Trattamento Acque della Cillichemie Italiana e della Benckiser.

Il titolare in precedenza ha acquisito esperienza in vari settori, dall'elettromeccanica all'elettronica, dall'idraulica alla pneumatica; ha collaborato alla progettazione e all'installazione di sistemi di sicurezza e controllo molto sofisticati; ha acquisito quella formazione tecnico-scientifica e culturale che si è rivelata d'importanza fondamentale per la sua successiva attività.

Nel 1983 Lenzi Michele, dipendente di SNAM-Armamento (Gruppo ENI-AGIP) azienda leader nel trattamento e trasporto di prodotti petroliferi, ove in meno di tre anni è passato dalla più bassa qualifica di assunzione al vertice massimo consentitogli, vedendo disattese le sue aspettative decide di abbandonare tale Società e di rimettersi in gioco sulla piazza internazionale milanese.

Per far ciò, alla ricerca di un impiego alternativo, spende una fortuna in inserzioni (sui quotidiani a maggiore tiratura nazionale), in contatti ed inserimenti a mezzo di Società di ricerca ed offerta di personale specializzato e risponde a tutte le inserzioni che gli paiono più o meno adatte.

Tra le tante aziende incontrate Lenzi Michele ricorda:

- una Società leader nel settore delle apparecchiature e impianti semaforici (faceva parte del circondario di Milano ed allora si presentava in espansione e contava anche di esportare nei paesi arabi) che appunto desiderava assumere o comunque relazionare con qualcuno disposto assumersi l'onere dell'organizzazione dell'assistenza tecnica, e non solo, pre e post-vendita su tutto il territorio nazionale e, in futuro, estero;

- un'altra Società, leader in apparecchiature e impianti di automazione industriale (come quelli per le redazioni e stampa di giornali a grande tiratura, ovvero per industrie di confezionamento o imbottigliamento o insaccamento di grandi quantità di prodotti o bevande o alimenti in genere, ecc.). Questa Società, dopo alcuni colloqui in Milano, organizzò affinché Lenzi Michele fosse accompagnato ed ospitato in Svizzera, a Losanna, a totali spese della Società medesima, per trattare direttamente con i vertici dell'azienda il Suo inserimento ed inquadramento.

In mezzo a tanti contatti spiccava un'Azienda, allora non meglio identificabile (in quanto la loro inserzione, come avveniva per quasi tutte le altre Aziende, rientrava tra quelle disposte in forma anonima), che ricercava un ingegnere. Scendendo nel particolare, specificava che cosa pretendeva da quell'ingegnere. Praticamente quelle pretese sembravano calzare a pennello, come un vestito, a Lenzi Michele che, rispondendo prontamente a quell'inserzione, dichiarando essere disponibile a qualsiasi confronto pur avendo quale titolo scolastico solo quello di un perito elettronico e, forse, un curriculum che già allora parlava da solo, ottenne di poter partecipare alle selezioni.

Il posto fu Suo.

La Società che aveva fatto quell'inserzione era la Cillichemie Italiana insieme con la allora consociata Benckiser, entrambe aziende leader nel settore del Trattamento delle Acque Primarie.

In seno a tale Società Lenzi Michele ricopre la posizione di trade union tra il Direttore Tecnico e l'intero comparto interno ed esterno più direttamente interessato ai servizi di assistenza e formazione del personale tecnico. Su ordini ben precisi (apparentemente un po’ fuorvianti rispetto alle motivazioni della propria assunzione), si occupa anche dell'arredo e dell'impiantistica, oltre che dell'organizzazione dell'intero apparato istruttivo (istruzioni di servizio e montaggio più i disegni degli "esplosi" da migliorare e rendere più facilmente comprensibili ed utilizzabili), delle nuove sale dimostrative, del laboratorio prove collaudi, di nuovi depositi o magazzini. Coglie così l'occasione per approfondire i rapporti con il personale (da altri considerato subalterno mentre da Lenzi Michele sempre considerato collaboratore: semplicemente c'era chi doveva svolgere lavori da altri considerati meno impegnativi ma, secondo Lenzi Michele, non meno indispensabili). Profitta della comunione di pensiero con tali vari collaboratori (e conseguentemente sfrutta la loro reciproca disponibilità) per approfondire, anche con il loro aiuto, le tematiche relative al settore tecnico di appartenenza specifica, le problematiche interne che si rilevano man mano nel tempo, e valorizza e riporta là dove lo ritiene opportuno le opinioni di tali collaboratori. Sempre in seno a tale Società Lenzi Michele partecipa alle presentazioni di apparecchiature nuove e di nuove istruzioni ad artigiani installatori e operatori dei servizi di assistenza tecnica esterni (concessionari e non), collabora per il miglioramento dei rapporti con tali tecnici, interviene anche fuori sede in loro aiuto. Da subito, come ammaliato da tale settore operativo, si munisce di testi che in parte gli vengono cortesemente forniti in copia dalla Cillichemie Italiana stessa e in parte si procura girovagando fra la Hoeply ed altre librerie, tra cui quelle universitarie, non tralasciando di mantenersi aggiornato sulla legislazione tecnica vigente: Norme UNI ed altro.

Ma come spesso succede anche nelle migliori famiglie una cosa sono gli intendimenti iniziali (magari anche dell'Amministrazione), altro è riuscire compatibile con i tratti caratteriali del Tuo più diretto superiore… e così può capitare che Ti ritrovi alla porta d'uscita per futili motivi, affatto imprenditoriali (lasciamo perdere le scusanti vere, in quanto ridicole, e quelle ufficiali, in quanto addomesticate).

Fatto sta che Lenzi Michele, da dipendente della Cillichemie Ilaliana, da questa licenziato (perché le dimissioni non riteneva fossero dovute, dato che non dipendevano da Sue incapacità tecnico-operative e/o carenti rapporti coi subalterni bensì pressoché esclusivamente con quello che era il Suo superiore), previ accordi direttamente con l'Amministratore della medesima Azienda, il 17 Gennaio 1984 apriva la ditta artigiana Lenzi Michele, specializzata in impianti elettro-idro-pneumatici, che avrebbe proseguito, da esterna, almeno parte dell'opera per la quale il Sig. Lenzi Michele era stato in precedenza assunto dalla Società.

Dal 1984 al 1990, Lenzi Michele, da Centro Assistenza Tecnica esterno ed indipendente, è responsabile, nelle Province di Milano e Pavia e aree limitrofe, dell'assistenza tecnica per i marchi Cillichemie Italiana e Benckiser (tedesca) e garantisce l'assistenza pre e post vendita, là dove richiesta, su tutta la gamma delle apparecchiature trattate da queste aziende. Con il tempo si è dotato di un laboratorio che gli consente di provare e collaudare elettro-idro-pneumaticamente tutti gli apparecchi, compresi quelli dei marchi concorrenti, sì da verificarne le prestazioni. Matura una vasta esperienza, sia sugli impianti civili, sia su grandi impianti industriali ove, spesso, diviene il supervisore dell'intero sistema di adduzione trattamento e controllo dell'acqua di alimento.

Dal 1990 Lenzi Michele, che fino a quel momento aveva operato in esclusiva per i marchi Cillichemie Italiana e Benckiser, è libero di intervenire su apparecchi e impianti di qualsiasi marchio e apre un secondo Centro di Assistenza Tecnica nel Ponente ligure, a Ceriale (SV), centro destinato a diventare in breve la sede principale della ditta.

Sulle apparecchiature, sulle quali da questo momento Lenzi Michele interviene, figurano i marchi: Abb-Astra, Abrideal, Acqua Brevetti, Adcon Telemetry, Ast Analytica, Astral, Atlas Filtri, B. & C. Electronics, Benckiser, BKG, Bono, BWT, Caleffi, Cazzaniga, Ceasa, Cillichemie Italiana, Cimberio, CLR, Cosmetal, Cris.Ma., Cristal Fos, Culligan, Desincal, Diamante Acqua-Light, Dosatron, DP Dosatrici Pompe, Dr.Lange, Ecowater, EuroAcque, F.A.T.A., Gewiss, GW General Waters, Hesa, Ideal Standard, International Caratti, Interpump, Ionex, IWM, Kinetico, KSB, Lambro, Lanza, Lowara, Marinco, Mar Piscine, Max Elettronica, Meterpump, Microset, Nord Piscine, Opur, Osmotics, Permò, Pi Erre Acque, PMM, Pool's, Prominent, Pura, Purity-Filopur, Rexital, Sanipool, Selmar, Seko, Sobas, Sunshine, Tasa, Tecnicomar, Termoacqua, Tigre, Valchim Demaco, Vedani, Vincenzi, Water & Waste, Water Filter, Weda, Zodiac, e altri…

Dal 1992 Lenzi Michele, oltre ad occuparsi di Consulenza e Assistenza Tecnica, diviene commerciante rivenditore grossista. Così, trattando specificatamente e pressoché esclusivamente apparecchi ed accessori per il trattamento delle acque, tende a favorire la propria clientela nell'acquisizione sia di sistemi completi che dei singoli loro componenti, apparecchi, ricambi e prodotti di consumo specifici. Da quel momento tratta, in esclusiva nella Regione Liguria, anche tutta la gamma dei prodotti commercializzati dal marchio Nobel.

Oggi, nel suo campo operativo, oltre alla Consulenza ed Assistenza Tecnica, rientrano: la supervisione di preventivi e impianti; la valutazione dei costi di gestione; la disposizione di analisi chimiche, fisiche, microbiologiche; gli studi di fattibilità, di dimensionamento, di messa a norme (impianti completi di distribuzione e trattamento dell'acqua, dalle fasi di emungimento a quelle di utilizzo), o per adeguamenti tecnologici; le revisioni; le riparazioni; le forniture di prodotti finiti, di ricambio, di consumo; i preventivi di massima; gli abbonamenti ai Servizi di Assistenza Tecnica; la Consulenza per aggiornamento tecnico-normativo delle varie maestranze interessate alle apparecchiature specifiche per il trattamento di acque per usi alimentari, sanitari e altri (installatori; operatori; addetti alla vendita; riparatori; manutentori; responsabili d'impianto; responsabili per la messa a norme o la messa a punto); la Consulenza per la progettazione e messa a norme di linee distributive d'acqua a differenziata tipologia di utenza, a scopo di prevenzione contro volontari o accidentali inquinamenti; la Assistenza Tecnica e Commerciale per la ricerca e fornitura di accessori, ricambi e prodotti di consumo, originali o alternativi, di non facile reperibilità o usciti fuori produzione.